Due nuovi contratti a tutela degli investitori immobiliari

due nuovi contratti a tutela di investitori immobiliari


Ormai da molti anni le piattaforme di crowdfunding immobiliare sono in continua crescita, diventando uno dei metodi di investimento più democratici e remunerativi in assoluto.

Le ragioni sono molteplici: la soglia economica di accesso è bassa, il contatto con gli investitori è diretto e i tassi di interesse rimangono allettanti. Questo mix determina l’andamento positivo di tutto il mercato del lending crowdfunding.

Inoltre, dopo tanta attesa, dal 2024 anche in Italia vige il regolamento europeo sugli European Crowdfunding Service Providers, grazie al quale Consob ha autorizzato diverse piattaforme di crowdfunding a continuare le raccolte. Una di queste a ricevere l’autorizzazione europea è stata Recrowd.

L’Italia infatti è uno dei paesi Europei in cui le piattaforme di crowdfunding immobiliare stanno registrando una crescita esponenziale. Secondo lo European Crowdfunding Market Report 2023, la ricerca coordinata dal Crowdfunding Research Center dell’università norvegese di Agder, l’Italia è quarta in Europa per volumi di raccolta, arrivando a 172.5 milioni di euro, in crescita del 35% rispetto al precedente report.

Quali sono i rischi degli investitori nel crowdfunding immobiliare

Nonostante il successo di questo tipo di investimento, è importante tenere a mente che nessun rendimento è garantito. Il rischio di investire nel progetto sbagliato e perdere il capitale investito non può essere azzerato.

I principali rischi che puoi correre investendo nel crowdfunding immobiliare sono:

  • Illiquidità e rischio temporale. Le imprese immobiliari che propongono i progetti possono diventare insolventi, bloccando il capitale degli investitori per lunghi periodi senza garantire profitti immediati.
  • Svalutazione dell’immobile. L’immobile può perdere valore a causa di crisi finanziarie o cambiamenti di mercato, minando il rendimento dell’investimento e potenzialmente causando perdite.

Diventa quindi fondamentale a tutela degli investitori immobiliari scegliere una piattaforma di crowdfunding affidabile, il tipo di progetto più adatto alla propria situazione finanziaria e in primis indagare l’andamento del mercato degli immobili commerciali o residenziali, nelle aree in cui sono situate le operazioni.

Come Recrowd tutela gli investitori immobiliari

In un settore caratterizzato da rischi e incertezze, Recrowd vuole diventare un punto di riferimento per la salvaguardia degli interessi degli investitori immobiliari. Ci tieniamo ad assicurare la massima trasparenza, tramite comunicazioni regolari e documentazione aggiornata.

Sempre a tutela degli investitori immobiliari Recrowd ha fatto un upgrade dei suoi servizi con strategie innovative, per garantire un supporto concreto e un’attenzione speciale alla gestione dei rischi.

In particolare, i nuovi elementi di controllo, di prevenzione e di tutela che Recrowd ha introdotto sono:

  • Aggiornamento contratto di servizi all’investitore (quello che trovi nel footer e nella dashboard)
  • Creazione di 2 nuove tipologie di contratto di condizioni generali e particolari che introducono delle nuove modalità di tutela
  • Introduzione di servizi a supporto e controllo delle attività svolte dal proponente immobiliare


Modifiche contrattuali: differenza tra Cambiale e Ricognizione del debito

Dal 29 febbraio 2024 Recrowd applica su tutti i nuovi progetti in uscita, nuove regole contrattuali a tutela degli investitori immobiliari e di controllo verso i proponenti. Questi cambiamenti non coinvolgono i progetti passati. Ma per le operazioni future, sono state create 2 nuove tipologie di contratto ad hoc:

1. CAMBIALE

È un titolo di credito tutelante e immediatamente esigibile. La Cambiale da all’investitore il diritto di ottenere il pagamento della somma investita, alla scadenza e nel luogo previsti dall’atto.

Le cambiali sono considerate una forma di tutela per diversi motivi:

Obbligazione di pagamento: Una cambiale è un atto scritto in cui il proponente, che è debitore, si impegna legalmente a pagare una determinata somma di denaro all’investitore entro la scadenza prestabilita. 

Forza esecutiva: Le cambiali hanno forza esecutiva, cioè possono essere impugnate nei confronti del proponente inadempiente, senza bisogno di passare prima dal tribunale.

Negoziabilità: Le cambiali sono strumenti negoziabili, il che significa che possono essere trasferite da una persona all’altra. Questo offre una maggiore flessibilità, consentendo al beneficiario di cedere la cambiale a terzi se necessario.

2. RICOGNIZIONE DEL DEBITO

È un documento attraverso cui il proponente dichiara  di avere un debito nei confronti degli investitori.

Si tratta di un atto unilaterale di garanzia, che assicura all’investitore un riconoscimento di debito verso il proponente. Chi investe viene riconosciuto subito creditore e potrà accedere al decreto ingiuntivo provvisoriamente esecutivo immediatamente, accorciando i tempi per procedere al pignoramento di beni mobili e immobili del proponente debitore.

Senza tale documento, la dimostrazione del credito nei confronti del proponente potrebbe richiedere più tempo e sforzo, allungando i tempi di gestione del contenzioso.

In breve, la ricognizione del debito, come descritto, è un documento che facilita la procedura nel caso di contenziosi legati ai debiti del proponente.

3. EROGAZIONE A SAL

Per proteggere gli investitori durante l’andamento dei lavori, Recrowd ha deciso di introdurre la possibilità di erogazione a sal delle somme raccolte attraverso il crowdfunding.

Ma di cosa si tratta e in che modo questo tutela gli investitori? La somma richiesta dal proponente rimane legata all’avanzamento dei lavori di costruzione o ristrutturazione degli immobili. Questo consente all’investitore di avere maggior controllo sull’avanzamento dei lavori e sull’impiego effettivo del finanziamento.

Come funziona? In base all’importo investito da ogni singolo utente, viene erogata una certa somma pro quota, in base alla percentuale di cantiere raggiunta ad un certo tempo definito inizialmente.

Quali sono i contratti modificati e dove si trovano nella piattaforma

Scendiamo nello specifico e vediamo quali sono i contratti che sono stati implementati e/o cambiati:

  1. Il contratto di servizi per l’investitore è il documento che sottoscrivi al momento della registrazione e regola i rapporti tra l’investitore e la piattaforma. Recrowd assicura all’investitore un supporto legale gratuito e attesta il suo ruolo di interlocutore con il proponente. Lo trovi sempre disponibile nel footer del sito.

  2. Il contratto di condizioni generali è il contratto che si genera ogni volta che fai un investimento, e riguarda e regola i rapporti tra l’investitore e il proponente. Le 2 novità principali sono l’erogazione a Sal in base all’andamento dei lavori e la proroga di 6 mesi, che verrà concessa solo se il cantiere arriva al 50% di completamento.

  3. Il contratto di condizioni particolari è il contratto che si genera ogni volta che fai un investimento e riguarda nello specifico i termini del tuo investimento. La proroga sarà concessa e mitigata, nel caso di erogazione a sal, se l’andamento positivo del cantiere viene certificato dalla perizia tecnica dedicata.

  4. Il contratto di servizi Peer to Peer tra la piattaforma e il proponente, ma non ti riguarda in maniera diretta. Cambiano i rapporti di leva finanziaria con l’apertura di un conto corrente dedicato per ogni progetto, al fine di controllare i flussi finaziari in uscita, e una rendicontazione trimestrale sul progetto, per aiutare il proponente ad avere una contabilità controllata.
    In più oltre all’erogazione a sal, il Project Manager incaricato ha il compito di coordinare i cantieri.

Nuovi servizi digitali di supporto e controllo

Uno dei vantaggi che porta l’aggiornamento e la modifica dei contratti a tutela degli investitori immobiliari è la gestione efficace dei ritardi. Recrowd ha deciso di affidarsi a una strategia ben precisa, caratterizzata da step fondamentali per apportare miglioramenti significativi nell’ambito del crowdfunding.

Per questo abbiamo avviato delle partnership con aziende specializzate, che introdurranno diversi vantaggi e tutele per gli investitori:

  • Avere in anticipo un’analisi approfondita sulla fattibilità di un progetto immobiliare e valutare meglio i rischi d’investimento
  • Analizzare i dati e controllare in tempo reale l’andamento del mercato e dei progetti immobiliari, in modo intuitivo e sempre aggiornato
  • Presenza di un direttore esecutivo incaricato di coordinare i cantieri aperti e gestire i flussi finanziari che vengono utilizzati per l’andamento effettivo dei lavori (SAL). Questo permetterà di affrontare in tempo reale le problematiche sorte e di anticipare quegli imprevisti difficili da gestire in seguito.
  • Introduzione del gantt di cantiere e affidamento dei lavori a un’impresa edile di rilevanza nazionale, al fine di garantire un controllo mirato su come vengono gestite le risorse per l’andamento dei cantieri.
  • Per rendere le operazioni immobiliari anche un percorso emozionale, verranno create delle interfacce digitali per gestire gli appuntamenti e avere a disposizione tutti i contenuti multimediali di progetto. Farà la differenza soprattutto in fase di vendita delle unità immobiliari che sono lo step fondamentale per liquidare il finanziamento.

Queste modifiche sono state apportate per garantirti una maggiore tutela e ci permetteranno di agire in maniera tempestiva e incisiva in caso di eventuali problematiche con la restituzione di un progetto. Guarda il video di approfondimento realizzato insieme al nostro co-founder e CPO Massimo Traversi:

Per approfondire l’argomento, clicca qui per guardare i video e i webinar dedicati.

CONDIVIDI L'ARTICOLO