La Crowd Economy: cos’è e come funziona

Crowd Economy
Crowd Economy

Il fenomeno più interessante dell’ultimo decennio

Quando si parla di Crowd Economy si fa riferimento ad un insieme di attività economiche e sociali in cui viene favorita la partecipazione attiva delle persone attraverso una piattaforma web con lo scopo di raggiungere obiettivi reciprocamente vantaggiosi.

I 5 elementi della Crowd Economy

La Crowd Economy si basa fondamentalmente su cinque elementi*: persone, scopo, piattaforma, partecipazione e produttività.

1. Le persone
La Crowd Economy è inclusiva. Dirompente e incentrata sull’uomo. Le piattaforme alimentate dalle persone creano interconnessioni tra gli utenti. Abbattendo le barriere tra creatori, produttori e utenti finali. Dando potere alle persone.

2. Lo scopo
L’economia di massa crea esperienze significative e valore condiviso. Incarna una cultura di creazione di valore condiviso e di responsabilità sociale. Distinguendosi dal tradizionale pensiero e dalle pratiche unidimensionali della vecchia economia.

3. La piattaforma
Le folle hanno bisogno di un mezzo per interagire e produrre risultati. Questo mezzo è internet. La tecnologia e la connettività hanno permesso di amplificare le interazioni umane.

4. La partecipazione
La Crowd Economy enfatizza la partecipazione e questo accelera l’innovazione.

5. La produttività
La Crowd Economy favorisce processi più veloci e meno costosi. Migliori e più efficienti dal punto di vista delle risorse.

5 P - Crowd Economy


La Crowd Economy e il Crowdfunding

All’interno della macrocategoria Crowd Economy si inserisce il Crowdfunding. Grazie a questo strumento è possibile mettere in contatto, tramite un portale web, soggetti che hanno bisogno di fondi (per differenti scopi) e persone che vogliono contribuire a questa raccolta fondi, anche con piccolissimi importi.

La principale differenza tra le diverse piattaforme di Crowdfunding è che possono essere di tipo speculativo oppure non speculativo. Nel ramo non speculativo esistono due tipologie di piattaforme: Donation e Reward Based. Le piattaforme di tipo Donation sono utilizzate per fare donazioni e senza un compenso finale. Le piattaforme Reward Based sono utili per finanziare progetti di varia natura, con un compenso non connesso alla donazione (una sorta di premio o riconoscimento).

Equity e Lending Crowdfunding

Nel ramo speculativo esistono invece piattaforme di tipo Equity e di tipo Lending. Con le piattaforme di Equity Crowdfunding si investono capitali di rischio in società in fase early stage (principalmente start up) con business model innovativi e buone capacità di crescita, in cambio di quote societarie. Con le piattaforme di Lending Crowdfunding, invece, si investono capitali sotto forma di micro-prestito tra privati. Questo modello offre la possibilità di rivolgersi a soggetti privati, per ottenere capitali a titolo di debito, da impiegare per scopi personali o per il finanziamento di attività imprenditoriali.

La forza del Lending Crowdfunding

Recrowd ha scelto il modello lending. Applicandolo in modo innovativo ad un settore sicuro e concreto come quello immobiliare. La scelta è ricaduta su questa tipologia di crowdfunding poiché presenta diversi punti di forza rispetto al modello equity: l’investimento di capitali di debito anziché di rischio consente all’utente di avere un ritorno definito del capitale, ad un tasso prestabilito e in un tempo determinato. Inoltre, il tipo di operazioni effettuate nel lending sono più rapide rispetto a quelle effettuate nell’equity crowdfunding. Per il lending parliamo di flipping o rent, mentre per l’equity si tratta solitamente di grosse operazioni e di costruzioni di interi edifici, operazioni nelle quali è possibile che si verifichino un numero più elevato di problematiche gestionali

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on google
Share on email