Le variabili da considerare quando pensiamo di fare un investimento

Introduzione: Investire consapevolmente

Molte volte si pensa che fare un investimento significhi andare in banca. Scegliere una somma dal nostro conto corrente, che non ci occorre nel breve termine, e sottoscrivere uno o diversi prodotti finanziari.

Potrebbe sembrare una pratica banale. Ma investire non significa solamente rivolgersi alla propria banca di fiducia, al proprio consulente finanziario o al proprio assicuratore. Dare semplicemente il proprio denaro e successivamente andare a riscuotere gli eventuali profitti.

Fare un investimento significa comprendere l’utilità del denaro che si è impiegato. Per quanto tempo il denaro dovrà o potrà rimanere investito e quale margine di rischio ci può andare bene.

Gli elementi che influiscono sulla decisione di fare un Investimento

Non tutte le persone investono per un motivo chiaro. Infatti non sempre è facile interpretare i fattori che portano gli individui a impiegare il proprio denaro.

Generalmente un investitore, prima di impegnarsi nella pratica dell’investimento, è condizionato da diversi fattori oggettivi e soggettivi.

Ognuno di noi ha una propria storia nel campo finanziario. Possediamo una cultura finanziaria, più o meno elevata, delle abitudini e dei gusti differenti da altre persone.
In molti casi si segue l’istinto oppure si tende a seguire delle mode di mercato. O peggio, ci si lascia travolgere dalle emozioni personali o della massa.

L’euforia irrazionale di fine anni novanta, per esempio, aveva portato una grandissima fetta di risparmiatori ad investire nei mercati finanziari. Spinti dalla frenesia di facili guadagni, in molti si lasciarono trasportare. Senza però eseguire un’attenta analisi dei titoli azionari in cui si andava ad investire.

Il risultato, agli occhi di tutti, vide tantissimi investitori paralizzati dalle ingenti perdite che i titoli azionari nei loro portafogli, stavano subendo.

Questo è solo uno dei tanti episodi che hanno caratterizzato la storia degli investimenti. Esistono tante altre persone che non si fanno coinvolgere dalle dinamiche dei mercati. Investitori che mantengono inalterati nel tempo i propri interessi verso gli investimenti. Qualcuno, all’estremo opposto, si lascia condizionare dalla paura del cambiamento. Questo freno impedisce di eseguire scelte adeguate agli obiettivi e alle esigenze della vita. Obiettivi che invece dovrebbero essere un naturale riflesso delle decisioni di investimento.

Per concludere…

Un valido processo di pianificazione finanziaria, non dovrebbe subire nessun preconcetto verso gli investimenti. Di qualsiasi natura essi siano.

La scelta di un’attività piuttosto che un’altra dovrebbe avvenire solo dopo un’attenta valutazione delle proprie disponibilità e delle proprie esigenze.

Scopri di più sul Lending Crowdfunding in questo articolo